Come funziona il Risarcimento diretto?

0

Il risarcimento diretto, o anche indennizzo diretto, è stato introdotto nel 2007 per semplificare la liquidazione di piccoli incidenti.
Come funziona risarcimento diretto? In pratica, è possibile richiedere l’indennizzo dei danni subiti in un incidente in cui siamo parte lesa direttamente alla propria assicurazione anzichè dalla controparte. Sarà poi la nostra compagnia a rivalersi sulla assicurazione della contro parte: tutto questo serve per velocizzare le pratiche, ma può essere applicato soltanto in presenza di alcune condizioni:

  • Innanzitutto, i veicoli coinvolti nel sinistro devono essere soltanto 2.
  • I veicoli possono essere indistintamente auto, moto, autocarri o cicolomotori (ma solo se hanno la nuova targa).
  • Non devono esserci gravi danni a persone: viene fissato come limite massimo una invalidità permanente del 9%.
  • I veicoli coinvolti devono avere assicurazione Italiana.
  • In caso di incidente con un veicolo non assicurato, non interviene il risarcimento diretto bensì il “Fondo per le vittime della Strada”.

La procedura è piuttosto semplice: si deve presentare dal proprio assicuratore una denuncia dell’incidente, meglio, ma non obbligatorio, se è accompagnata dal CID (modulo di constatazione amichevole) correttamente compilato. La propria assicurazione è obbligata a fornire la massima assistenza in questa fase, ad esempio aiutando il cliente nella compilazione di tutti i moduli necessari, poi ha 60 giorni per formulare al cliente una propria proposta di risarcimento. Se è presente il CID, questo tempo è di soli 30 giorni.
A questo punto la parte danneggiata può scegliere se accettare o meno la proposta della propria assicurazione, la quale a sua volta deve liquidare quanto pattuito entro 15 giorni.

Questa procedura è una novità importante, e non solo perchè semplifica e velocizza la liquidazione di piccoli sinistri dove la responsabilità è evidente, ma anche per un altro motivo. Fino ad adesso infatti molte persone non si sono interessate della serietà e correttezza della propria compagnia di assicurazioni, in quanto la propria compagnia liquidava “gli altri”. Adesso invece è probabile che, in caso di sinistro, dobbiamo trattare con la nostra compagnia, quindi è importante più che mai stabilire un rapporto di fiducia.

Leave A Reply