news
0

Revisione scaduta, pericolo rivalsa da parte della compagnia

Un’aspetto molto importante nella gestione del proprio mezzo, auto o moto che sia, è sicuramente la revisione obbligatoria del veicolo. La revisione è necessaria per garantire a chiunque utilizzi il mezzo la massima sicurezza ed efficienza del mezzo come indicato dall’ Art. 79 del Codice della Strada; circolare con la revisione scaduta può essere pericoloso sia per l’efficienza del mezzo sia per le conseguenze a cui si può andare incontro con la Legge ma anche con le assicurazioni.

Tutto sulla Revisione

Per i mezzi di nuova immatricolazione la prima revisione va fatta entro i 4 anni, mentre le successive revisioni ogni 2 anni. I veicoli obbligati per legge a revisione sono:

  • Autovetture e autocaravan
  • Motoveicoli e ciclomotori
  • Autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale e rimorchi di massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate
  • Autoveicoli per trasporto promiscuo

Alcuni mezzi devono sostenere la revisione ogni anno e sono:

  • Veicoli destinati al trasporto di persone con numero di posti superiore a nove compreso quello del conducente
  • Taxi e veicoli adibiti a noleggio con conducente
  • Autoambulanze
  • Autoveicoli destinati al trasporto di cose e rimorchi di massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate
  • Veicoli atipici (es. auto elettriche leggere)

La revisione può essere effettuata presso il Dipartimento Trasporto Terrestri pagando un bollettino postale da 45 euro, oppure presso un’officina autorizzata con un costo fisso di 64,80 euro.La revisione è un controllo generale delle condizioni del mezzo e dei suoi impianti fondamentali e normalmente sono necessari una trentina di minuti per effettuare una revisione completa dei seguenti componenti:

  • Lo stato della carrozzeria (presenza di ammaccature gravi, corrosioni, etc.) compresi paraurti, parabrezza, specchietti retrovisori e cinture di sicurezza
  • L’impianto elettrico e il funzionamento del clacson e delle luci (anabbaglianti, abbaglianti, luci di posizione, di direzione, di arresto e della targa)
  • Il funzionamento dei tergicristalli e lo stato del sistema lavavetri
  • La rumorosità e le emissioni inquinanti emesse dal tubo di scarico
  • L’efficienza del sistema frenante
  • Lo stato di sterzo, assi, sospensioni, ruote e pneumatici
  • L’identificazione del veicolo attraverso targa e numero di telaio

Sanzioni e assicurazioni

Circolare con un mezzo revisionato è un’obbligo di Legge e in quanto tale la mancata revisione è sanzionata dal Codice della Strada con un’ammenda da 155 a 624 euro che raddoppiano in caso di recidiva; se la saznione viene comminata in autostrada scatta subito il fermo amministrativo del mezzo. La sanzione per mancata revisione prevede l’immediato ritiro della carta di circolazione che verrà resittuita soltanto ad avvenuta revisione presso il D.T.T.
L’aspetto della mancata revisione che riguarda le assicurazioni rc auto e moto è molto importante; in caso di incidente le compagnie possono rivalsersi totalmente sul conducente o proprietario per la restituzione degli importi liquidati al danneggiato poichè l’incidente è avvenuto infrangendo il Codice della Strada. La maggior parte delle compagnie però vengono in soccorso agli assicurati prevedendo la possibilità di inserire la clausola di rinuncia alla rivalsa per guida con revisione scaduta; la garanzia generalmente costa pochissimi euro ed è conveniente averla sempre compresa nel proprio contratto rca poichè è frequente dimenticarsi di effettuare la revisione nei tempi di Legge. Verificate quindi se il vostro contratto in corso prevede la rinuncia alla rivalsa per guida con revisione scaduta parlandone col vostro assicuratore che saprà sicuramente darvi precise indicazioni sulla presenza o eventuale inserimento della clausola.

assionline.com

There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>